Scrivere

La fredda bruma cederà al biondo grano

Rasimaco
(Amore)
Speciale: "San Valentino"

S'alza malinconico il mio canto
sull’orlo sospeso rimango
e dentro un pugno chiuso stringo

il tuo pensiero elevando il mio
alla preghiera verso quella Volta dove
s'estingue la fiamma e luce nasce.

Non un verde sotto la bruma
solo il respiro di un domani che torna
ogni volta che posso chiamarti amore.

E nell'immensità di un silenzio ch'allunga il passo
ascolteremo le note dell'eternità
e raccoglieremo i frutti della stagione d'oro.

E la fredda bruma cederà al biondo grano.
(2297 letture dal 13/02/2015)
Altre poesie di Rasimaco

<< scorri poesie >>
<< Rasimaco >>
<< nello speciale >>
4 commenti a questa poesia:
   «Notevole ispirazione dell'autore nell'ultima frase che suggella un forte messaggio rivolto alla propria donna amata. Traspare la volontà di superare ogni ostacolo sapendo attendere il tempo migliore, come sempre la Natura ci propone.» di rita iacobone    «Estasiata davanti a tanta bellezza di versi che sgorgano da un cuore innamorato e gioioso che, con immenso sentimento, espone il suo sentito pensiero con grande stile ed eleganza di linguaggio. Poesia d'amore che trasuda amore e spontaneità d'animo, corredata da una musica che fa volare il cuore.» di Rita Minniti    «meravigliosa lirica pregna d'amore e di sentimento in un verseggio elegante e raffinato il mio elogio» di carla composto    «Già dal titolo una Poesia che affascina e coinvolge il lettore.
Un canto d'amore malinconico che sospende un cuore innamorato, stringendo in un pugno chiuso il sentimento. Si elleva nella volta celeste una preghiera che sfiorisce passione... e nel silenzio... si crea dolce armonia, accarezzando teneri sentimenti.
bellissima lirica.» di rita damonte
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.