Scrivere

“Due Giugno festa della Repubblica”

Maria Assunta Maglio
(Sociale)
Speciale: "Festa della Repubblica"

Due Giugno 1946,
giorno natale della Repubblica,
bene prezioso di tutti e di ciascuno,
gioiello da custodire e proteggere
ogni attimo del tempo.
Repubblica
conquistata con lotte e sangue
di giovani che all’ideale han creduto,
di cuori scalpitanti... al sogno
di giustizia e libertà.
Libertà dolce fragranza del creato,
seme d’amor e sofferenza
pensiero incerto della Costituzione.
Fiore che sboccia e cresce, se...
annacquato con pace, amore e intelletto.
(533 letture dal 02/06/2017)
Altre poesie di Maria Assunta Maglio

<< scorri poesie >>
<< Maria Assunta Maglio >>
<< nello speciale >>
1 commenti a questa poesia:
   «La nostra gloriosa repubblica fu conquistata con le lotte e con il sangue versato di giovani cuori che hanno creduto a un ideale di libertà e di giustizia. Si sente tristezza adesso che di questa repubblica ne vogliono fare uno scempio. Versi che si imprimono nel cuore di noi lettori.» di Sara Acireale
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.