Scrivere

Carovane e processioni

Vaibhava das Vito Parisi
(Spiritualità)

C'è un pre- esule, davanti agli esiliati;
guida il corteo: ritornano, alme, al Paese;
fervore, inni, balzi, onde; ascese
incenso e laude, lievitante, ai vati;

eran distese d'esser sempre stati:
anime balde che il buon Padre attese;
fiumi glorianti, vivide distese
di genti pure, quale erba ai prati.

Insegne, miserere, carri a bovi;
chilometri di folle, senza fine;
grancasse, battipetti, molti pianti;

gli stili eterni, però dolci e novi;
tonache, cuffie, senza più confine,
le 'donne azzurre, in monacali manti...

...lor pecorelle candide, divine.
(25 letture dal 14/09/2017)
Altre poesie di Vaibhava das Vito Parisi

<< scorri poesie >>
<< Vaibhava das Vito Parisi >>
1 commenti a questa poesia:
   «Mi piace leggere questo soave sonetto
e poi rileggerlo in religioso silenzio.
E mi par di sentire un profumo particolare
di spiritualità insieme a quel raggio di
luce ineffabile.» di Alberto De Matteis
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.