Scrivere

Infanzia rubata

Maria Antonietta Sestu
(Donne)
Tema: "Ladro dei sogni"

Nella tua mano ancora piccolina,
un mazzetto di fiori striminziti
ancor non sai che i giochi son finiti
e frantumati i sogni di bambina.

Un velo bianco cela il triste sguardo
perso nel vuoto, in cerca di un sorriso
neanche le lacrime che ti rigano il viso
ti salveranno da un destino beffardo.

Soffochi dentro il pianto il tuo dolore
promessa sposa non appena nata,
chi mai potrà risanarti ricucirti il cuore?
Dove ritroverai ll’innocenza violata
e tutti i sogni di una infanzia rubata?
(226 letture dal 13/01/2018)
Altre poesie di Maria Antonietta Sestu

<< scorri poesie >>
<< Maria Antonietta Sestu >>
<< nel tema >>
2 commenti a questa poesia:
   «Ai tempi nostri le bambine vestivano il velo bianco per la prima Comunione. Per quanto riguarda l’altro aspetto, gli allarmi vanno sempre verificati. Il furor di popolo indignato è troppo facilmente strumento di chi spaccia allerte vere o meno. Sempre, prima di stracciarsi le vesti, verificare, sincerarsi. Le pietre dello scandalo, se scagliate a vanvera, fanno male inutile.» di Vaibhava das Vito Parisi    «Quello delle spose bambine è un argomento così terribile che non meriterebbe versi. Però esige denunce. E questa la è.» di Benito Ciarlo
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.