Scrivere

Di vento e silenzio

Rita Minniti
(Amore)
Speciale: "San Valentino"

Ricordi il silenzio?
Era di noi il silenzio.
Su un muretto affacciato alla strada
si poggiavano gli sguardi.

Tralci d’inquietudine,
sospesi,
come foglie sul ramo,
appiccicati come edera sul muro,
si abbracciavano
alla sfumatura che restava
d’una stella nascosta.

Il sentire,
tornato da un viaggio
con la valigia vuota
e la speranza a pezzi,
sapeva di mare.

Ricordi il vento?
Era di noi il vento.
Spettinavamo le parole,
consumate le candele
a scrivere di pensieri disordinati
scivolavano perplessi,
e sudate le mani
ai nostri corpi infreddoliti
si stringevano.

Il pianto non osava.

Eravamo brivido di labbra,
sapore di salsedine,
sete nel bisogno d’esserci,
d’essere fino in fondo un unico fiato,
aggrappati
a quel triste intorno senza luna

di vento e silenzio
(1305 letture dal 13/02/2018)
Altre poesie di Rita Minniti

<< scorri poesie >>
<< Rita Minniti >>
<< nello speciale >>
2 commenti a questa poesia:
   «Ricordi di un tempo in un amore nel tempo... pensieri soavi in immagini di amore... bella» di Rosita Bottigliero    «versi che sospirano il ricordo di un amore
tra silenzi, inquietudini
in un vento triste, dove s’affanna il cuore
mirabile e toccante la chiusa
il tutto in una poesia che non si dimentica.» di Stefana Pieretti
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.