Scrivere

Baci scarlatti

andrea veccelli
(Amore)

Fremito,
in un effimero istante
di attesa...

le labbra pregano languide,
sono promesse di piacere

sono gelide gocce
sulle nudità del cuore,

scorrono come rossi rivoli
nelle notti senza luna,
bruciando l’anima in silenzio.

Avvicinati,
è agonia di sospiri
quando scorgo i tuoi occhi
come sogni nascosti nelle ombre

- gelosa refurtiva di diavoli -

e mi lascio andare,
mentre tu
come fulgida fiamma
mi investi
(52 letture dal 11/10/2018)
Altre poesie di andrea veccelli

<< scorri poesie >>
andrea veccelli >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.