Scrivere

"Senza nome"

Stefano Canepa
(Introspezione)

Senza nome
il mio volto è senza nome
non riflesso dagli specchi
nel tempo che scorre

Senza storia
il destino alla memoria
di una danza infinita
sacrificata al male

Senza nome
la pelle non ha colore
e la luce è una ferita
nel ricordo di una stella

Senza gloria
niente amore né vergogna
di giorni ormai finiti
nel silenzio della sera

Già vissuta da altri mille.
(53 letture dal 11/10/2018)
Altre poesie di Stefano Canepa

<< scorri poesie >>
<< Stefano Canepa >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.