Scrivere

Creazione

Rosetta Sacchi
(Fantasia)

Fomento euforia estasi. Poi quiete
Un monotono scorrere di acque
sotto i piedi tra i sassi
finché un nuovo tramestìo
cancella nella mente
quel mormorio consueto

Ha voce l’ostinazione del pensiero
l’agitarsi spasmodico delle mani
ha voce lo sfregamento delle ali
oltre la soglia dove il mare sobbalza
incitato dal vento

Ora il dolore partorisce un verbo
scarno, inadatto al mio sentire...
il volo è un azzardo
in un cielo turbolento
Follia... all’apice della conoscenza
dove le ombre s’abbracciano nell’oscurità

Visioni, solo visioni. Non spegnete il lume!
Sul viso non ci sono rughe
ma solchi dove s’annidano emozioni
le parole si scrivono da sole sulle pareti
sono suoni e colori e sfumature d’arcobaleni
Domani saranno canto o litania
pungolo o letargo ragno e ragnatela
O forse sillabe che si sgretolano
_neonate_ in fuga... ora libere
(145 letture dal 12/10/2018)
Altre poesie di Rosetta Sacchi

<< scorri poesie >>
<< Rosetta Sacchi >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.