Scrivere

Gli occhi delle favole

Alboraletti Enrica
(Riflessioni)

Sotto le tremule nuove foglie
distendo il pensiero ch’è anima
al goder di nuvole in cielo d’acquarello dipinto

Il bisogno del guardo è prorompente
cerco il veder d’occhi di bimbo estasiato al cambiar delle forme
cerco i colori d’un arcobaleno perso
che avvicina il pensiero alle favole d’un tempo
Allungo la mano al coglier pratoline
nell’intento ormai lontano di costruir coroncine
per principesse ch’an perso l’orologio del tempo
assai lontano in un momento

Che dei bimbi non vedo il gioioso colore
già stanchi al calar d’un lontano sole
senza nel gioco l’allegria vera
non relegata al video d’una sera
Cerco gli occhi delle favole belle
che di sogni empivano il cielo e il suo manto di stelle
Cerco la vita vera
nascosta in un sorriso sempre
sia inverno o primavera
(49 letture dal 21/04/2019)
Altre poesie di Alboraletti Enrica

<< scorri poesie >>
<< Alboraletti Enrica >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.