Scrivere

Esseri imperfetti

Rosetta Sacchi
(Riflessioni)

Si può peccare per eccesso e per difetto,
ubbidire ad impulsi strani ed improvvisi
raggiunger sommità per combinazioni
fortuite e fortunose. E ritrovarsi precari
in equilibrio. Ricorrere all’extrema ratio,
confondersi in un anonimo passaggio
pensando così una cattiva azione
meno crudele di chi firma ogni suo scempio.

Si può apparire sempre riverenti
ma non aver rispetto per nessuno,
dall’alto d’una celeberrima bassezza
pretendere il mondo ai propri piedi
o fingersi quasi indifferenti,
un “Giove” col gran corteo di satelliti,
pavoneggiarsi nel dispensar favori
e criticare quelli che si tengono in disparte.

In fondo sono esseri imperfetti...
(56 letture dal 17/06/2019)
Altre poesie di Rosetta Sacchi

<< scorri poesie >>
<< Rosetta Sacchi >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.